Mark Zuckerberg, profilo Facebook hackerato

Spread the love

Mark Zuckerberg Profilo Facebook

La pagina pubblica di Mark Zuckerberg è stata presa di mira da un hacker nella giornata di ieri. Il malandrino (che si è firmato come HackerCup 2011) si è limitato a pubblicare il seguente messaggio in bacheca: “Che l’hackeraggio abbia inizio. Se Facebook ha bisogno di soldi, invece di andare in banca, perchè non permette agli utenti di investire in Facebook? Perchè non trasformare Facebook in un social business nel modo descritto dal premio Nobel Muhammad Yunus? Che ne pensate?”

Evidentemente l’hacker non ha digerito il cospicuo finanziamento ottenuto da Goldman Sachs, il noto istituto ha investito recentemente più di 450 milioni di dollari nell’azienda di Mark Zuckerberg.

Stupisce che il profilo di Mr Facebook sia stato violato con così tanta facilità, secondo alcuni esperti di sicurezza questo danneggerà incredibilmente l’immagine del social network, impegnato in questi mesi a far capire agli utenti che il sito è sicuro e che non ci sono problemi di privacy, a quanto pare questi problemi esistono, visto che la pagina pubblica di Zuckerberg è stata violata senza problemi.

E’ vero che Mark ha dichiarato più volte che per lui (e per tutti i ragazzi della sua generazione) la privacy non rappresenta più un valore da difendere, ma siamo sicuri che il boss di Facebook non sarà molto contento di essere stato preso di mira dagli hacker.

Il problema della privacy è molto sentito in questi ultimi tempi, i social network (tutti, non solo Facebook) devono riuscire a convincere gli utenti che aprire un profilo è una operazione sicura e senza rischi, per farlo è necessario investire parecchio sia per le infrastrutture, sia per quanto riguarda la comunicazione. Tutti noi siamo sempre più connessi e per accedere alla rete usiamo non solo il PC, ma anche tablet, netbook e smartphone, per questo è importante salvaguardare i nostri dati e difendere la nostra privacy.

1 commento su “Mark Zuckerberg, profilo Facebook hackerato”

Lascia un commento