Facebook e Microsoft insieme per Docs.com

di Redazione 1

 

Protagonista delle news di questi giorni sempre la F8 di Facebook, che vede una comunicazione di Mark Zuckerberg per tutti gli sviluppatori relazionata a Microsoft. Alla convention, infatti è stato presentato un nuovo progetto di collaborazione legato al sito Docs.com. Gli utenti del social network potranno infatti accedere a tutti i servizi del celebre Office On Line, compresa la condivisione (oltre la creazione) dei documenti. Alla convention questo evento ha dato un ottimo riscontro. Un’arma per “combattere” il potente ed utilizzatissimo Google Docs, che Facebook ha deciso però di lanciare con un professionista del settore documenti: Microsoft. Nell’offerta, contemplata nel laboratorio Fuse, la Microsoft permetterebbe di utilizzare Office On Line sia per l’editing (e la creazione) dei documenti testuali, poi la gestione dei fogli di calcolo e delle presentazioni. Il tutto pensato su base Facebook.
Ovviamente, questi due colossi insieme fanno sicuramente “paura” alla concorrenza, ma la sinergia è nata sul fronte di attaccare una concorrenza spietata come quella di Google che procede a passi da gigante nel mercato del social networking e della Office Creation On Line. La partnership presentata proprio all’F8, è stato uno degli eventi clou della giornata di ieri e di conseguenza il mondo del business ha molto apprezzato la scelta di presentazione in quel contesto.


L’editing on line è qualcosa di molto utile soprattutto grazie alla sempre più diffusa mania di utilizzo dei netbook non dotati di sistema operativo ma legati all’utilizzo del web. Con questa opportunità, chiunque può essere legato ad un netbook connesso ad Internet pure senza aver installato pesanti applicazioni di Office’s Editor.
Per partire basta logarsi a Facebook, collegarsi al sito www.docs.com e cliccare sui documenti suggeriti oppure sui Friend’s Docs creati dai propri amici.
Un valore aggiunto sempre più forte per le due aziende che sembrano aver trovato un buon feeling con questa avventura e soprattutto per Microsoft che da “terzo” si sta sempre avvicinandosi al mondo del social networking (ricordiamo per questo la realizzazione di Microsoft Outlook 2010 con l’integrazione di LinkedIn).

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>