aNobii e la psiche natalizia dei critici

di Redazione 1

 

 

Anche aNobii è passato sotto le grinfie dei fanatici degli auguri natalizi, ora che SMS e cartoline hanno lasciato spazio ai social network, ecco che anche chi voleva tenersi un attimo di esclusività rispetto al “massacro” di auguri effettuato su Facebook, come il social network di libri, ha dovuto cedere all’utilizzo sfrenato di “Merry Christmas” ed “Happy New Year“.

 
Secondo gli utenti iscritti al social network di Mr Greg Sung, con il nome da tarlo, ecco che sul social network diventa tutto una campagna di marketing per sfruttare il momento propizio per gli acquisti dei regali e magari consigliare un buon libro…meglio se proprio o della stessa casa editrice per il quale si lavora, ed ecco che gli auguri digitali, si trasformano in pareri che portano all’acquisto di un testo che sarà di buon augurio per lo scrittore.

 
Ebbene anche su aNobii, è risultato quest’anno esistere una sorta di “sfruttamento” del social network, ma più che altro un vero e proprio utilizzo commerciale del “Natale”. E’ proprio vero che i social network si stanno trasformando sempre più per prendere il posto della tv anche dal punto di vista degli spot? Sembra proprio di si.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>