Alluvione Genova: appello per reti Wi-Fi libere

di Redazione Commenta

L‘alluvione che ha colpito in queste ore la città di Genova sta avendo effetti disastrosi. La città è completamente allagata, mentre sono al momento sette le vittime accertate, tra le quali tre bambini. Una catastrofe naturale che ha subito mobilitato il popolo del web alla solidarietà, e in qualche modo ha provato a lanciare un appello per aiutare la popolazione del capoluogo ligure.

Le reti di telefonia, come è lecito attendersi, sono infatti in grave difficoltà per l’altissimo numero di telefonate che in queste ore si stanno ovviamente susseguendo per ragioni di emergenza. Su Twitter è stato dunque lanciato un appello alla popolazione, invitando a chi fosse in possibilità di liberare momentaneamente da password la propria rete Wi-Fi.

Con le reti Wi-Fi libere si avrebbe modo di sfruttare, anche tramite smartphone, un tipo di infrastruttura differente nel caso dovesse crollare quella tradizionale. In casi come questi, social network come Facebook, o client VOiP come Skype possono essere fondamentali per assicurare parenti e amici lontani dalla città circa le proprie condizioni di salute, ed eventualmente dare anche una mano alle forze dell’ordine per indicare dispersi.

Il comune di Genova ha naturalmente promosso in pieno questa iniziativa, comunicando peraltro che è possibile sfruttare la rete gratuita cittadina tramite il servizio “password unica”, ma c’è il rischio che vada ad intasarsi ovviamente anche questa rete. L’appello e il messaggio lanciato dal popolo del web per aiutare la città di Genova è quindi quello di lasciare che tutte le reti Wi-Fi siano libere fino a quando non sarà terminata l’emergenza. Potrebbe essere una delle chiavi di volta per migliorare le operazioni di soccorso e rintracciamento in città.

Nel frattempo, è possibile aggiornarsi su Twitter circa quanto accade nel capoluogo grazie all’hashtag #genova, il quale potrebbe eventualmente servire anche per lanciare comunicazioni di assoluta emergenza o di qualunque altro tipo inerente l’alluvione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>