Adescava adolescenti su Facebook: arrestato

Spread the love

 

 

Non è durata tantissimo l’avventura di un giovane studente 19enne che aveva ipotizzato di poter sfruttare i social network a suo piacimento per scopi non proprio puri. Il giovane, che sfruttando la conoscenza ed il suo tempo su Facebook e su Messenger, era riuscito ad entrare in contatto con ben 15 adolescenti.
Le 15 giovani, avevano dovuto mandare fotografie e video a luci rosse, dopo insistenti richieste del giovane, oltre che a spogliarsi per lui in web cam e fare altre cose non proprio consone.

 

Il giovane 19enne denunciato è stato arrestato sotto l’accusa di tentata violenza sessuale, oltre che detenzione e produzione di materiale pedo pornografico. Le giovani adolescenti, di cui quella che ha deciso di denunciare il giovane avevano dai 14 ai 16 anni. La 14 enne non ha più resistito ai suoi ricatti, visto che il giovane minacciava di continuo di diffondere on line le fotografie ed i filmati hardcore se la piccola ragazza non avesse avuto entro 4 giorni massimo un rapporto sessuale con lui.

 

 

Il ragazzo è di Cologno Monzese ed è finito subito agli arresti domiciliari.
Secondo l’inchiesta del GIP di Milano Franco Cantu’ Rajnoldi e l’inchiesta del PM Giovanni Polizzi, il messaggio che porterebbe all’arresto sarebbe: “Se tra quattro giorni non vieni a casa mia, metto i video in rete”.

 

 

Dalle indagini è venuto fuori che la 14enne ed il 19enne non si sono mai conosciuti di persona, ma solo attraverso il social network. Tra novembre e dicembre del 2009, l’adolescente all’epoca di 13 anni, si sarebbe spogliata più volte in web cam ed il furbo 19enne avrebbe filmato tutto e registrato tutto archiviando sul suo computer le immagini, così da poterle utilizzare poi per il ricatto a sfondo sessuale. Dopo la denuncia, sono state scoperte sul computer del milanese anche immagini uguali di altre 15 adolescenti forse ricattabili alla stessa maniera, o anche peggio dati i contenuti di alcune foto e video.

 

61 commenti su “Adescava adolescenti su Facebook: arrestato”

  1. There are actually a variety of particulars like that to take into consideration. That could be a great point to bring up. I offer the thoughts above as common inspiration but clearly there are questions like the one you deliver up the place an important factor will probably be working in trustworthy good faith. I don?t know if greatest practices have emerged around things like that, but I’m sure that your job is clearly identified as a good game. Both girls and boys really feel the impression of only a moment’s pleasure, for the remainder of their lives.

    Rispondi
  2. A lot of thanks for all your valuable hard work on this site. Kim loves making time for investigation and it is easy to understand why. My partner and i know all concerning the compelling manner you present very helpful strategies on your web site and therefore recommend participation from people about this subject matter so my princess is in fact becoming educated a great deal. Enjoy the rest of the new year. You are always doing a fantastic job.

    Rispondi
  3. I’ll right away take hold of your rss feed as I can’t to find your e-mail subscription hyperlink or e-newsletter service. Do you’ve any? Kindly permit me know so that I may just subscribe. Thanks.

    Rispondi
  4. It is actually a nice and helpful piece of information. I am happy that you simply shared this helpful information with us. Please stay us informed like this. Thanks for sharing.

    Rispondi
  5. I’ve been browsing online more than 3 hours nowadays, but I by no means discovered any interesting article like yours. It’s pretty price sufficient for me. Personally, if all site owners and bloggers made excellent content material as you did, the net shall be a lot more useful than ever before.

    Rispondi
  6. Hiya, I’m really glad I’ve found this information. Today bloggers publish just about gossips and internet and this is really annoying. A good site with exciting content, this is what I need. Thank you for keeping this site, I’ll be visiting it. Do you do newsletters? Cant find it.

    Rispondi

Lascia un commento