XING per il business arriva in Italia

di Redazione Commenta

Il social network leader in Europa per il suo contenuto dedicato al business, XING, sbarca in Italia a trecentosessanta gradi. La nuova sede di XING sarà a Milano ed il suo Country Manager in Cipriano Moneta (proveniente dal settore del recruiting on line). La nuova opportunità che viene offerta agli italiani con l’ingresso della piattaforma in Italia, permetterà di ricercare nuovi contatti e business partner per aumentare la propria realizzazione professionale ed essere presente nei mercati nazionali ed internazionali. Inoltre il business fornito da questo strumento viene visto importante dal punto di vista temporale, in quanto anche l’Italia sta attraversando questo momento di crisi mondiale. Secondo le statistiche in effetti la metà delle assunzioni avvenute in questo momento di turbolenza economica è nata da una relazione on line.
XING è una piattaforma utilizzabile anche in su mobile data la versione semplificata per cellulari e smartphone che ha un elevato numero di utenti a rapporto con gli altri social network.
Cipriano Moneta ha dichiarato che: “Dopo la Spagna, la Turchia e la Cina, attraverso l’apertura degli uffici in Italia XING ha deciso di sfruttare le interessanti opportunità di un mercato grande come il nostro, creando un team di lavoro specializzato per rispondere in prima persona agli utenti italiani e ascoltare la community locale in forte crescita”.
L’elevato numero di utenti “Premium” fa intendere l’interessamento degli utenti ad utilizzare il social networking per motivazioni di business e secondo le statistiche il 40% degli iscritti necessita per queste relazioni di utilizzare la propria lingua madre, e per questo motivo è stato portato a 16 lingue l’interfacciamento di XING. Sono stati riportati oltre 100.000 incontri e meeting messi a segno grazie all’utilizzo ed alle comunicazioni effettuate sul sito che hanno creato un rafforzamento nei contatti creati on line.
L’incremento di XING anche sotto l’aspetto economico, è aumentato nel 2008 dell’80% rispetto al 2007 e con l’apertura al mercato italiano si prevede un’aumento delle iscrizioni di oltre il 45%, dato importante per la società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>