Twittare al volante è più pericoloso che guidare ubriachi

di Redazione Commenta

Usare i telefoni cellulari per accedere ai social network mentre sei al volante è più pericoloso che guidare ubriachi. Questo è il risultato dell’ultimo rapporto stilato dall’Istitute of Advanced Motorists (IAM), il laboratorio inglese di ricerca sui trasporti.

Scrivere un tweet mentre si guida, anche solo per dire agli amici dove si è diretti, è una tentazione irresistibile, soprattutto se il viaggio è lungo. Ma cedervi equivale a correre un grosso rischio.

Lo IAM ha scoperto che i tempi di reazione di chi è al volante diminuisce del 38% quando utilizza lo smartphone per accedere a siti come Twitter e Facebook, e ciò rende più difficile mantenere il controllo del veicolo. Questo perché gli automobilisti inglesi hanno l’abitudine di tenere il telefono in grembo e e di guardare verso il basso durante la digitazione. Sembra incredibile, ma è proprio la posizione più comune per twittare guidando.

In seguito a questo rapporto, le unità di polizia di tutto il Regno Unito hanno lanciato un’offensiva contro l’uso dei social media durante la guida, con multe severe per chi viene sorpreso ad aggiornare lo status al volante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>