Come Twitter ha cambiato la lingua inglese

di Redazione Commenta

Il linguaggio è sempre più influenzato dai social media. Facebook ce ne offre un valido esempio con il verbo “pokare” diventato sinonimo di mandare un poke su Facebook, ma il cui significato si è esteso al più generico “attirare l’attenzione di qualcuno”. Ma – strano a dirsi – il record di neologismi appartiene a Twitter, che ogni giorno sforna parole nuove che forse un giorno troveremo sul vocabolario.

Ad accorgersene per primi sono stati il giornalisti che hanno pizzicato la bella Miss India 2011 Vasuki Sunkavalli mentre su Twitter spacciava per sue le frasi di un reporter del Wall Street Journal. Miss India è stata così accusata di “Twagerism”, parola che in sé non vuol dire nulla, ma suona come un mix di Twitter e Plagiarism. Il plagio di frasi su Twitter ha trovato così una definizione nuova di zecca, che si è subito estesa a macchia d’olio. Ma non è la prima volta che Twitter diventa fonte di ispirazione per nuove parole.

Secondo la BBC, negli ultimi anni in Inghilterra sono state registrate le seguenti contaminazioni linguistiche:

  • tweeple (da Twitter+people): gli utenti di Twitter, o i seguaci di un utente (questi detti anche anche “tweeps”)
  • tweetup: un vero e proprio raduno di utenti Twitter di tutto il mondo (da meet up)
  • twisticuffs: litigare con qualcuno su Twitter proprio in merito all’uso di Twitter
  • twitterrhoea: un uso eccessivo di social media
  • tweet cred: il tuo livello di credibilità su Twitter
  • twelete: rimozione di un tweet precedentemente pubblicato (twitter+delete)
  • twirting: flirtare in 140 caratteri o anche meno (da flirting)
  • tweme: un’idea popolare (meme) su Twitter
  • twittiquette: come per la net-etiquette, questa parola indica il rispetto delle norme sociali di micro-blogging
  • twebinar: un webinar su Twitter

Questi sono solo alcuni dei modi di dire che si stanno affermando nel Regno Unito, ma la lista è lunga. Perciò non chiamatele semplicemente “parole”. Chiamatele twords.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>