Mark Zuckerberg è il CEO più amato

di Martina Commenta

Secondo una recente classica Mark Zuckerberg è il CEO più amato e stimato negli Stati Uniti. Facebook, però, non gode di altrettanta popolarità.

Stando a quanto emerso da una recente classifica stilata da Morning Consult il giovane Mark Zuckerberg sarebbe il CEO più amato dagli americani. Il fondatore del social network numero uno al mondo sarebbe dunque riuscito a mettere KO personalità come Tim Cook di Apple, Jeff Bezos di Amazon e Satya Padella di Microsoft.

Lo studio da cui emergono tali classifiche è stato condotto tra il 24 ed il 25 febbraio attraverso un sondaggio posto agli americani per quanto riguarda il forte dibattito tra Apple e l’FBI sul tema della privacy.

La lotta per la salvaguardia dei dati personali degli utenti ha permesso a Tim Cook di posizionarsi in seconda posizione dietro il CEO di del social network in blu, favorendone l’immagine al cospetto della percezione del pubblico.

Mark Zuckerberg ha inoltre ottenuto il primo posto di questa singolare classifica con il 48% di voti favorevoli ma al tempo stesso risulta anche essere il più odiato con un 21% dei voti. A tal proposito è opportuno evidenziare che solo il 31% degli intervistati non aveva opinioni su di lui o non lo conosceva mentre numerosi intervistati si è dimostrato chiaramente schierato da una parte o dall’altra. Mark Zuckerberg gode infatti di una grande visibilità mediatica, probabilmente maggiore di quella di tutti gli altri CEO e tale dato sicuramente l’ha aiutato a scalare la classifica in oggetto.

Da notare che pur essendo Mark Zuckerberg una figura così amata e stimata, Facebook, la sua creatura, non sembra godere però della medesima popolarità. Sempre battendosi ai dati della classifica il social network si pone molto indietro a realtà come Amazon, Apple, Google e tante altre aziende molto note.

Via | The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>