LinkedIn aiutato dalla crisi corre verso il primato

di Redazione Commenta

Sembra che gli effetti devastanti della crisi mondiale dell’economia, abbiano un’altra faccia della medaglia: quella dell’aumento di popolarità continuo di social network a sfondo professionale. E’ il caso di LinkedIn che secondo le statistiche, riporta per il solo mese di Gennaio 2009 un aumento di iscrizioni di circa il 22-23%. Le statistiche curate e comunicate da ComScore, hanno segnalato l’aumento dei visitatori unici del 22% con un margine numerico di 7.700.000 circa di utenti contro i 6.300.000 circa di utenti di Dicembre 2008.
Secondo il colosso i dati sono confortanti anche sulla durata media di permanenza sul sito. Il tempo infatti, è a dir più raddoppiato passando dai 47.600.000 di minuti on-line nel mese di Dicembre 2008 a quello di 96.800.000 di minuti per il mese di Gennaio 2009. Il motore di ricerca Improved People Search è cresciuto in utilizzo del 50% le Reccommendations sono aumentate del 65%.
Secondo i rumors, i motivi di tale aumento sono la crisi economica unita alla possibilità di avere uno strumento così professionale come LinkedIn che permette di tenere alta la propria reputazione lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>