Grosso aggiornamento Telegram a fine gennaio in Italia

di Gio Tuzzi Commenta

Sta emergendo un nuovo aggiornamento Telegram a fine gennaio in Italia, in riferimento a quanto trapelato per il pubblico

Trapelano in queste ore alcune informazioni molto interessanti per quanto riguarda l’aggiornamento di Telegram di fine gennaio, con cui gli utenti iPhone e Android potranno fare la differenza. Davvero apprezzabili, infatti, le migliorie che a stretto giro potremmo toccare con mano in Italia.

Arrivati a questo punto non possiamo fare altro che analizzare più da vicino il changelog del nuovo aggiornamento di Telegram, individuando i punti di forza di un upgrade davvero interessante:

  • Introduzione di nuovi permessi per gli amministratori dei gruppi, ora è possibile restringere i contenuti pubblicabili dai membri fino a impedire del tutto l’invio di messaggi

  • Il numero massimo di membri è stato raddoppiato a 200.000, con un restyling grafico dell’interfaccia (esempio in galleria)

  • Rimossa la distinzione tra super-gruppi e gruppi basici, ora si chiamano tutti gruppi

  • Integrazione della possibilità di annullare, entro 5 secondi, la cancellazione di una chat eseguita per errore (esempio in galleria)

  • Possibilità di ordinare i propri contatti per nome o per tempo trascorso dall’ultima volta che sono stati online (esempio in galleria)

  • Integrazione di un nuovo tipo di anteprima per i contenuti di grandi dimensioni, verrà visualizzata un riquadro sfocato del contenuto finché il download dello stesso non verrà completato

  • Integrazione di alcune modifiche grafiche per l’interfaccia utente e della possibilità di impostare un’immagine del profilo appena si crea un nuovo account (solo su Android)

Staremo a vedere a questo punto quando il nuovo aggiornamento di Telegram arriverà per tutti anche qui in Italia, in riferimento ai modelli con sistema operativo Android ed iOS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>