Facebook si rinnova, nuove funzioni per la privacy

di Redazione 3

Durante la giornata di ieri (tardo pomeriggio, in Italia) Mark Zuckerberg ha tenuto un evento dedicato ovviamente alla sua creatura più famosa, Facebook.

Facebook si rinnova ed integra ora nuove funzioni per tutelare la privacy degli oltre 500 milioni di iscritti. Scopriamo insieme tutte le migliorie del “nuovo” FB.

Iniziamo dalle funzioni già esistenti, ma migliorate: la dashboard per la gestione delle impostazioni privacy è adesso più accessibile ed immediata, maggiormente comprensibile anche agli utenti meno esperti. Applicazioni e giochi potranno essere gestiti in maniera particolarmente semplice, basta un clic per regolare le nuove impostazioni sulla privacy.

La seconda novità riguarda i gruppi, che nel corso del tempo hanno perso tanto terreno, a favore delle pagine fan. Nei nuovi gruppi sarà possibile chattare in compagnia degli iscritti, grazie alla funzione multi-chat. Anche in questo caso le opzioni sulla privacy sono notevolmente migliorate. Possiamo pubblicare foto in un gruppo e condividerle solo con un ristretto numero di persone, allo stesso tempo, è possibile inviare aggiornamento solamente ad utenti selezionati. Con questa mossa, Facebook spera di far recuperare agli utenti l’interesse verso i gruppi.

Terza ed ultima novità, da ora sarà possibile scaricare ogni genere di contenuto da Facebook. Potremo scaricare video, foto, aggiornamenti di stato, informazioni personali, preferenze, qualsiasi cosa caricata sul nostro profilo sarà scaricabile.

Ovviamente, solo noi potremo fare il download dei nostri dati, ma è anche possibile permettere a terzi di scaricare le informazioni del nostro profilo. Questa nuova funzione è molto utile ed ha lo scopo di dare all’utente la possibilità di poter fare un backup del proprio profilo Facebook, in tutta semplicità (basterà premere un pulsante nel menu “privacy ed opzioni”).

Mark Zuckerberg ed il suo team si sono impegnati al massimo per cercare di migliorare le opzioni per la tutela della privacy, dopo le critiche ricevute nei mesi scorsi.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>