Facebook: i server esploderanno? Cresce il numero utenti

di Marcin Szyszko Commenta

Ma quanti sono adesso? Quanti saranno domani? Quanti saranno fra un anno? Queste le domande più frequenti che vengono poste a Mark Zuckerberg. Ebbene possiamo dirvi pure che la crescita di Facebook non sembra per nulla rallentare, anzi accellera costantemente senza sosta. Vestito elegante, con scarpe da ginnastica e con una stravagante cravatta rossa (chissà come mai non blu come il colore del social network), Mark è stato ospite al Today Show. Al giornalista che l’ha intervistato, Matt Lauer, ha detto che il sito sta crescendo di oltre 5 milioni di utenti a livello globale e che una fresca utenza di un milione di americani si è appena aggiunta alla rete Facebook. Numeri da capogiro.

Ma cos’è che rende Facebook così conosciuto e popolare? Sarà davvero la pura possibilità di rintracciare vecchie conoscenze o di rimanere in contatto con famigliari sperduti e amici lontani? Condivisione di foto? Controllo della privacy in modo tale che solo chi vogliamo e chi è fidato può visualizzare il nostro profilo? I numerosi giochi che stanno rubando ore di sonno e di vita a molte persone? Cos’ha Facebook?

Sicuramente fra pochi anni potremo inizare a parlare di monopolio. Twitter si impegna ma non riceve abbastanza riscontro come Facebook. Myspace è un valido concorrente ma anch’esso inizia a perdere colpi. Altri servizi come Netlog non riescono a tenere il passo. C’è qualcuno che vuole sfidare realmente questo colosso?

La stima per la fine dell’anno 2009 può essere calcolata intorno ai 300 milioni di utenti. Una cosa senza precedenti. Però, riprendendo il post scritto ieri sul numero di Dumbar, se la maggior parte di essi parla solo con 30 persone massimo a che serve questo social network? Giusto per essere nel gregge di Zuckerberg? Io sinceramente non ne faccio parte e nemmeno lo vorrò in futuro. Discostiamoci da quello che fanno gli altri e cerchiamo di essere originali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>