Facebook diventa davvero Lite

di Redazione 1

Il test avviato durante il mese di Agosto 2009 è giunto a termine. Base e filo conduttore di quest’ultimo era la sperimentazione di una versione Lite (leggera) di Facebook destinata agli utenti che avessero una lenta connessione oppure che fanno un utilizzo molto base di Facebook e che di conseguenza non necessitano di grandi utilizzi di applicazioni.
In questi giorni è stata resa disponibile per gli utenti di Stati Uniti ed India, questa versione nota come Facebook Lite che si può raggiungere facilmente collegandosi a http://lite.facebook.com.
Ma facciamo qualche considerazione dopo qualche giorno di utilizzo: per prima cosa, notiamo che l’interfaccia grafica già minimalista di Facebook è stata ancor più smaltita in buona dei dettagli, generando una migliore velocità di connessione. Anche se in stile web 2.0, sembra che la versione sia diventata molto più simile a Facebook Mobile. Gli elementi che sono stati rimossi sono la ricerca delle applicazioni e tanti accessori quali la possibilità di fare advertising. Rimangono stabili le funzionalità quali richiesta di amicizia, condivisione di foto e video che hanno una velocità fino ad oggi impensabile.

La differenza dimensionale tra le due home page caricate a seconda delle versioni sono di 778 Kb in Facebook “Classic” e soli 113 Kb in Facebook “Lite”.
Sicuramente una miglioria per chi vuole utilizzare Facebook non avendo a disposizione una grande banda, o meglio chi lo vuole utilizzare in maniera semplicistica, fatto sta che però buona parte degli utenti continuano a fare il proprio login su Facebook Classic, forse proprio perchè non riescono a digerire l’idea che…possa mancarci qualcosa.

Dalle considerazioni e dai commenti trovati infatti sul blog di Facebook e su siti personali, risulta che questa nuova versione sia stata un surplus definibile “un vezzo” da parte dei programmatori di Facebook, anche perchè non si è mai sentita una reale esigenza di “rendere leggero” il Facebook originale, forse perchè rispetto alla grande maggioranza dei siti è già leggero di suo…

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>