Facebook Connect traduce i siti web

di Redazione 1

La funzionalità Translations di Facebook si sta allargando sempre di più anche grazie a Facebook Connect. Stiamo parlando di un progetto che attualmente è in fase beta, ma che per l’ambizione che ha, è destinato a diventare qualcosa di importante per gli sviluppatori di Apps e link al social network. Quest’idea è orientata a permettere ancora in misura maggiore, l’estensione on line del dominio di Facebook tramite una diffusione capillare ottenuta con la funzione Connect.
Si ripercorrerà per i servizi connessi a Facebook, tutta la strategia del sito master nella traduzione dei propri contenuti, avviatasi nel 2008 con l’introduzione di Translation. Questo servizio, fu messo on line per permettere agli utenti del noto Big F, di poter attuare un processo di traduzione e localizzazione in lingue diverse dall’inglese nativo di Facebook. Le novità in breve termine furono la versione Spagnola, Francese ed Italiana nel giro di sole due settimane in totale.

Oggi, grazie a Translation, il sito di Facebook è disponibile in ben 65 lingue e quindi ha reso l’espansione di Facebook inarrestabile.

Translations è reso disponibile gratuitamente, come uno strumento per gli sviluppatori di web apps e siti per tradurre sia i siti web in se stessi, sia iFrame che FBML in tutte le lingue supportate da Facebook. Secondo quanto dichiarato dal sito ufficiale nella sezione sviluppatori: “Translations per Facebook Connect è disponibile come strumento gratuito per gli sviluppatori su scala globale per semplificare il processo di traduzione di un sito web, IFrame o FBML in qualsiasi delle lingue fino a ora supportate da Facebook. Per esempio, con Translations per Facebook Connect, gli uffici del turismo locali o i siti di viaggi che desiderano attrarre maggiori visitatori stranieri per il periodo delle vacanze possono utilizzare questo framework per tradurre i loro siti e offrire automaticamente i contenuti agli utenti nella loro lingua dopo aver effettuato il login con Facebook Connect“.

Nulla di più semplice nell’utilizzare Facebook Translate. I proprietari dei contenuti interessati ad integrarlo, dovranno semplicemente inserire nei loro prodotti parti di codice in HTML con contenuto JavaScript. Le traduzioni dei testi fatte dalle community utenti, riscontrano più successo di quelle automatiche per il semplice motivo che sono fatte “meglio”. Ultima tappa per gli sviluppatori di Facebook è stato l’inoltro a US Patent & Trademark Office per avere il brevetto esclusivo dell’applicazione Translation.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>