Facebook ha acquisito WhatsApp, Mark Zuckerberg spiega perché

di Martina Commenta

Facebook ha acquisito WhatsApp, Mark Zuckerberg spiega perché

La notizia sta impazzando in rete, e non solo, già da qualche giorno: Facebook ha acquisito WhatsApp per la cifra totale di 19 miliardi di dollari (16 miliardi in dollari dei quali 12 in azioni e 4 in contanti e 3 miliardi di dollari con vincolo quadriennale).

La domanda, a questo punto e vista la gran cifra investita, sorge quindi più che spontanea: perché? A provare a rispondere sono già stati in molti ma a fornire delle motivazioni precise ci ha pensato lo stesso Mark Zuckerberg in occasione dell’importantissima edizione 2014 della fiera tecnologia Mobile World Congress in corso proprio in queste ore a Barcellona.

Intervistato Mark Zuckerberg ha parlato dell’evoluzione di internet e delle modalità utilizzate dal pubblico per accedere a tutto ciò che è disponibile online tra cui, ovviamente, anche i social network. Secondo Zuckerberg, però, una buona percentuale della popolazione mondiale non è ancora entrata in contatto con la rete perché non ne vede il motivo. L’acquisto di WhatsApp potrebbe dunque rivelarsi particolarmente utile per portare avanti il progetto Internet.org, avviato nei mesi scorsi ed avente come obiettivo proprio quello di portare internet nelle case di tutti ed in modo completamente gratuito.

Internet.org a parte l’acquisto di WhatsApp, così come lasciato intendere da Zuckerberg, permetterà inoltre di mettere in atto nuove strategie di monetizzazione grazie alle quali sarà possibile far rientrare la faraonica spesa sostenuta per l’acquisizione.

Insomma, per Mark Zuckerberg l’acquisizione di WhatsApp è si per scopi meramente umanitari ma anche un’ottima opportunità.

A detta di Zuckerberg, inoltre, l’incontro tra la base di utenti solida ed affezionata di Facebook e quella di WhatsApp non può che portare effetti positivi.

[Photo Credits | Flickr]

Via | TechCrunch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>