Twitter vietato ai tennisti

Spread the love

US open

E’ stato comunicato ufficialmente che per i tennisti iscritti al campionato US Open, l’utilizzo di Twitter è stato vietato. Non è una nuova forma di prevenzione medica, bensì, l’avere certezza che non vengano violate le norme anti-corruzione della Federazione Internazionale di Tennis. A questo proposito, il capo della Tennis Integrity Unit, Jeff Rees, ha comunicato tramite e-mail con tutti i tennisti, di non twittare e soprattutto di fare attenzione a non diffondere notizie confidenziali. La paura è che gli scommettitori di tutto il mondo possano fare tesoro di quelle informazioni e quindi aumentare i loro guadagni in nulla.
Tutto ciò è partito dallo scorso fine settimana, quando sul The Telegraph, si è annunciato il diveto per tutti i partecipanti del Grande Slam di twittare. Per la Federazione, le informazioni pure personali smistate sarebbero una prova dello stato fisico e psicologico degli atleti e di conseguenza potrebbero essere utili per gli scommettitori professionisti. La paura di alcuni tennisti coinvolti, è stata quella di perdere gli amici sul social network, timore che chi vive di popolarità ha sempre con il fiato sul collo. Ma il divieto non tocca solo gli atleti, bensì tutto il personale dei campi di Flushing Meadows a partire da staff, familiari dei giocatori, allenatori e manager.

Qualcosa di simile è avvenuto in Italia, ma ha toccato il Comitato Italiano Arbitri di Pallacanestro, che ha minacciato di sanzionare i tesserati iscritti ai social network per lo smistamento di notizie riservate. Il Presidente Luciano Tola ha dichiarato il divieto di :”rilasciare dichiarazioni in luogo pubblico, anche a mezzo e-mail o propri siti Internet, di partecipare a gruppi di discussione come quelli di ultima generazione (Facebook, ecc.), di prendere parte a mailing list, forum, blog o simili, e tantomeno di esprimere giudizi sull’operato dei colleghi e di qualsiasi altro tesserato della Federazione Italiana Pallacanestro, salvo espressa autorizzazione”.

Inoltre si aspettano novità dal mondo del football americano che dovrebbe a breve avere delle limitazioni simili.

1 commento su “Twitter vietato ai tennisti”

Lascia un commento