Twitter colpito da phishing

di Redazione Commenta

Non c’è stato scampo nemmeno per loro. Eppure chi l’avrebbe detto che ci sarebbero cascati? Tra i molti che si sono visti rubare nome e password da un sito clone di Twitter ci sono anche Barack Obama, Rich Sanchez e Britney Spears. Pieni di messaggi ambigui, strani e soprattutto offensivi: così sono stati modificati i loro blog. Ma cos’è successo di preciso in questi giorni?

E’ bastato un click. Nessuno si è accorto che quella pagina per il login di Twitter era falsa. In questi giorni, molti degli utenti del conosciutissimo social network, inconsapevolmente hanno effettuato l’accesso su un sito clone che con l’originale non aveva proprio nulla a che fare. La grafica e la disposizione dei bottoni e menù a tendina era uguale ma c’era una sottile differenza che solo qualcuno ha notato: a dispetto del vero Twitter, quello falso aveva un url diverso, e più precisamente: twitter.access-login.com.

Grazie a questa piccola disattenzione, migliaia di persone hanno inviato il proprio nome e password d’accesso a server estranei e sconosciuti di malintenzionati che, si sono subito messi all’opera pasticciando i vari spazi personali. Per porre rimedio alla situazione, il personale amministrativo di Twitter ha subito consigliato ai propri utenti di cambiare la propria password, confermando la nuova successivamente nella email mandata dal social network. Quante seccature per i mal capitati!

Per non cascarci più sarebbe bene aggiungere nei segnalibri le pagine web che visitiamo più spesso. In tal modo il collegamento con il sito da noi interessato è più veloce e siamo realmente sicuri di accedere a quello giusto. Soprattutto in relazione ai login. Oltre ciò ricordatevi sempre di controllare bene la struttura del sito! In questo caso era praticamente identica, ma molte volte i siti cloni hanno qualcosa di diverso. Se fosse uguale, dare sempre e comunque un’occhiata all’url in alto in centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>