Recupero dati per iOS, scopriamo qual è il miglior software

di Gio Tuzzi Commenta

Tutte le istruzioni utili per analizzare al meglio al procedura adatta per il recupero dati per iOS, in riferimento al miglior software

Recupero dati iOS
Recupero dati iOS

Avete perso dei dati sul vostro dispositivo iOS? Basta semplicemente un tap e tutti i contatti nella rubrica vengono eliminati per sbaglio. A quel punto, la frittata è fatta, ma c’è un modo risolvere tutta la situazione, ovvero provare a ripristinare quei dati. A volte, però, non si tratta nemmeno di commettere degli errori per sbaglio: capita spesso che dei virus possano attaccare il device mobile, andando ad infettarlo. Altre volte, invece, il dispositivo può subire diversi danni, tra cui anche la perdita di diversi file: EaseUS MobiSaver è uno dei software migliore per porre rimedio a tali situazioni.

Ci sono numerosi vantaggi nell’affidarsi a questo software per recuperare file su device iOS. Innanzitutto, rapidità ed efficacia nell’effettuare l’operazione di recupero dati su iPhone, iPod Touch e iPad. Inoltre, permette di svolgere queste operazioni anche a tutti quegli utenti che non hanno una grande esperienza nell’uso di tali programmi. Senza dimenticare come la nuova versione 7.5 di EaseUS MobiSaver ha svelato diverse novità importanti, come ad esempio il supporto del recupero dei messaggi Kik e allegati, oltre che il supporto relativo all’autorizzazione con due fattori del marchio di Cupertino.

Utilizzare questo software è davvero molto facile. La prima cosa da fare è quella di mandarlo in esecuzione e poi collegare il dispositivo mobile targato iOS al computer. Il secondo passo è quello di decidere quale possa essere la migliore modalità di recupero per il caso concreto. Poi si deve effettuare la scansione dell’iPhone: in questo modo, EaseUS MobiSaver va alla ricerca dei dati e dei file che sono stati persi per strada sul device iOS. Sulla parte sinistra della finestra si possono trovare elencate le diverse tipologie di file, differenziati in categorie ben specifiche. Infine, ecco l’ultimo passo: il ripristino dei dati persi. L’utente ha l’opportunità di apporre dei filtri all’elenco dei risultati della scansione, visualizzando in anteprima i vari file e scegliendo quali ripristinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>