Brunetta: Stop ai perditempo e fannulloni su Facebook

di Redazione Commenta

Stop ai perditempo e fannulloni! Questo potrebbe essere in sintesi, lo slogan di Brunetta in questi giorni. Ben consapevole della situazione negli uffici statali: continui richiami per utilizzo di programmi di messaggistica instantanea, Social Networks, ecc, ha deciso di porre un filtro a tutte le reti statali, in modo tale da distogliere gli occhi degli impiegati dai propri profili e reindirizzarli sui documenti di lavoro e pratiche che devono conseguire.

Il servizio più mirato di tutti è Facebook, oramai quasi un italiano su 7 è registrato e partecipa come utente attivo. Il provvedimento di Brunetta verrà applicato a larga scala su tutto quanto il territorio nazionale, ma in certi siti, come per esempio nel Comune di Torino, queste misure sono state adottate da molto tempo. A Torino, gli impiegati statali, possono accere ai social network solamente per un’ora durante la propria pausa pranzo, dopo di chè le trasmissioni vengono nuovamente bloccate e filtrate. Provvedimenti molto simili a quelli presi in Inghilterra dalle aziende, le quali hanno denunciato nero su bianco l’improduttività di chi usa Facebook al lavoro.

Ecco come ne parla su La Stampa:

Sto predisponendo un sistema di filtraggio che impedisca ai dipendenti pubblici di andare su Facebook». Lo ha annunciato il ministro per la Pubblica Amministrazione e Innovazione Renato Brunetta in un’intervista all’emittente televisiva Roma Uno.

Sembra che uno dei luoghi di maggior utilizzo del famoso social network siano proprio le postazioni pubbliche – ha spiegato Brunetta – quindi stiamo mettendo a punto un progetto che non ha nulla di vessatorio ma che vuole impedire di spendere soldi della collettività in modo non corretto». E a proposito della sua pagina su Facebook il Ministro ha detto di aver raggiunto oltre cinquantamila contatti: «È una bellissima esperienza perchè permette di fare i conti con un pubblico amico ma anche molto esigente e di tenere i piedi per terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>