Facebook: San Patrizio si festeggia con i doni virtuali

di Redazione Commenta

Alla miriade di applicazioni web per Facebook ora si aggiungeranno anche quelle dedicate alla festa di San Patrizio, giornata dedicata interamente alla birra. Ormai mancano solamente più 3 giorni al 17 Marzo e molti hanno già da tempo iniziato i preparativi, specialmente in Irlanda dove l’alcol ha un gusto particolare e delizia il palato di tutti. Su Facebook sono ora disponibili due applicazioni sviluppate dagli utenti grazie all’utilizzo del gift creator application (creatore di applicazioni-dono). Ecco quindi Gaelic Wishes e Lucky Charms.

In poco tempo il numero degli utenti che usufruisce di queste app è salito a quota 50.000 per ciascuno, non male vero? Ma come mai queste specie di applicazioni hanno molto riscontro sul social network? Il tutto è basato essenzialmente sulla loro capacità di diffondersi sulla piattaforma, data dagli utenti Facebook che hanno la possibilità di inviare qualcosa di speciale ed unico ai propri amici, soprattutto in occasioni come queste di festività.

Ma tutte queste applicazioni non creano anche una grande quantità di spam? Certamente si, difatti molte di esse raggirano i termini di utilizzo di Facebook, ma lo stesso possono essere visitate ed utilizzate solo in seguito all’acconsentimento di un nostro amico che potrà così ricevere il dono che vogliamo inviargli. Lo stesso meccanismo varrà per quest’ultimo se vorrà inviare doni a terzi.

La possibilità di creare doni virtuali non è nuova, difatti esistono anche altri social network e/o servizi che fanno esattamente la stessa cosa. Prendesi per esempio ITunes che permette ai suoi utenti di caricare foto e distribuirli come regali virtuali ad altri, stabilendo il prezzo con il quale inviarli (chi vuole puù anche rilasciarli gratis). Lo stesso discorso può essere applicato a Second Life dove si possono inviare doni virtuali precedentemente caricati sul server del social network (pagando una determinata somma di denaro) e rilasciarli gratuitamente oppure facendoseli pagare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>