leonardo.it

Facebook, Paul Ceglia ancora sconfitto

 
Giovanni Ferlazzo
7 maggio 2012
Commenta

Paul Ceglia Facebook Facebook, Paul Ceglia ancora sconfittoQuello di Paul Ceglia è un nome piuttosto noto per i fan di Facebook e gli appassionati del settore. L’uomo rivendica infatti un presunto contratto firmato nel 2003 con Mark Zuckerberg, il fondatore del social network allora studente di Harvard che gli avrebbe promesso il possesso sulla metà della piattaforma sociale. Ceglia accusa Zuckerberg di truffa, ma fino ad oggi non è ancora riuscito a dimostrare alcunché. Per questo, il giudice Leslie Foschio gli ha comminato un’ulteriore multa di 16.851 dollari per un totale di 97,617.70.

Paul Ceglia ha due settimane di tempo per saldare il conto, del quale 5.000 dollari sono destinati alla corte e il resto alle casse del già ricchissimo social network, o comunque fornire al giudice motivazioni valide per cui non potrebbe riuscire a pagare. Quest’ultima parte apre però a possibili e ulteriori sanzioni penali: se Ceglia non dovesse pagare senza riuscire a dimostrare perché o comunque non rispettare quanto ordinato alla Corte, il magistrato non esclude nuove multe che andrebbero ad aggiungersi al totale.

Paul Ceglia è un tipo molto particolare. Sempre convinto nel portare avanti le sue convinzioni che, se venissero accertate per valide, gli permetterebbero di mettere la mani sull’incredibile patrimonio di 100 miliardi di dollari. Il problema è appunto dimostrare l’effettiva validità di quanto affermato: le presunte e-mail scambiate con Zuckerberg non convincono, inoltre dallo scorso gennaio Ceglia ha cominciato a mostrare al contrario un certo ostruzionismo nei confronti della corte facendo crollare in maniera netta la sua credibilità di fronte al giudice, alla stampa e a semplici spettatori.

Richieste specifiche per dare conto delle sue accuse, come la rivelazione di password e account di posta elettronica, non sono mai state rispettate, cosa che ha portato appunto alle sanzioni che hanno prodotto un “debito” verso Corte e Facebook di quasi 100.000 dollari. Ceglia, a questo punto, potrebbe decidere di alzare bandiera bianca.

[via]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento