Conversazioni spiate su Whatsapp con Lipizzan: alcune precisazioni

di Gio Tuzzi Commenta

Conversazioni spiate su Whatsapp con Lipizzan secondo diversi report, ma oggi 1 agosto occorrono alcune precisazioni per gli utenti. Ecco alcune utili informazioni

Si chiama Lipizzan e da alcuni giorni è visto come uno spyware realmente in grado di mettere in discussione la sicurezza degli smartphone, soprattutto nel caso in cui si utilizzino applicazioni come Whatsapp. Come stanno effettivamente le cose? Proviamo ad analizzare la situazione in modo più preciso oggi 1 agosto.

Andiamo ad analizzare a questo punto quelle che sono le principali attività condotte da un malware che ha fatto discutere davvero tanto in queste ore, soprattutto perché legato ad una serie di app piuttosto popolari tra il pubblico Android:

  • Registrazione chiamata

  • Registrazione delle chiamate VOIP

  • Utilizzo a proprio piacimento del microfono

  • Servizi di localizzazione

  • Scattare uno screenshot

  • Scattare foto o video con le fotocamere

  • Impossessarsi delle informazioni dell’utente (contatti, lista chiamate, SMS, dati nelle applicazioni), documenti ed informazioni sul dispositivo.

Queste, invece, le applicazioni che a detta dei principali esperti di questo settore sono state maggiormente colpite, indipendentemente dal tipo di smartphone Android sul quale abbiamo deciso di puntare negli ultimi mesi:

  • Gmail

  • Hangouts

  • KakaoTalk

  • LinkedIn

  • Messenger

  • Skype

  • Snapchat

  • StockEmail

  • Telegram

  • Threema

  • Viber

  • Whatsapp

Come stanno le cose oggi 1 agosto? A detta di Google, Lipizzan è stato rimosso automaticamente da Google attraverso un intervento dedicato ai device Android che sono risultati infetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>