leonardo.it

Twitter racconta il balletto della Scala

 
Francesco Russo
24 gennaio 2012
Commenta

 

 

Tutto è iniziato il 20 gennaio. Il social network Twitter ha reso possibile di raccontare sulla propria piattaforma la prima del balletto di fine Ottocento Excelsior che si è tenuto al Teatro alla Scala di Milano. Foto, backstage e commenti sono stati postati attraverso dei tweet in ogni momento della serata in modo da poter raccontare davvero tutto ciò che è accaduto. Il protagonista della serata è stato l’étoile italiano Roberto Bolle. Era già stato fatto un esperimento prima del nuovo anno. Il 7 dicembre erano state raccontante le note del Don Giovanni di Mozart.

 

Il balletto Excelsior fu creato nel 1881 su libretto di Luigi Manzotti e musica di Romualdo Marenco. Solo oggi, dopo aver avuto un successo incredibile a Mosca acclamato con ben dieci minuti di applausi, Excelsior torna alla Scala di Milano. Oltre a Bolle, protagonista è stata anche l’artista Alina Somova. La pagina di Twitter del Teatro, che potrete trovare a questo indirizzo, racconta minuto per minuto tutto ciò che accade prima e dopo dello spettacolo. Lo stesso Roberto Bolle ha pubblicato una foto e dei filmati con le prove.

 

 

Da qui, potrete ammirare la bravura degli artisti anche dietro le quinte mentre si preparano ancora la grande spettacolo. Questa iniziativa permette non solo di avvicinare il mondo della danza classica e della musica ai giovani visitatori di Twitter, ma anche di conoscere tutto sui retroscena e sul lavoro che si cela alle spalle di uno spettacolo. In questo modo gli utenti possono capire e commentare tutto ciò che leggono e vedono.

“Scenografia eccezionale, costumi meravigliosi, musica allegra e, soprattutto, un’interpretazione magistrale di @RobertoBolle” (@imm_a)

“Roberto Bolle e Alina Somova emanavano grazia e perfezione senza sforzo” (@RozenLylac)

Questi sono stati solo alcuni dei commenti dei giovani che hanno assistito “da lontano” allo spettacolo. Insomma, la rete sembra davvero poter abbattere ogni distanza, soprattutto grazie all’utilizzo dei social network.

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento